Cerca
  • Plan Travel Live

Sofia e la Bulgaria, una terra inesplorata

Aggiornato il: 28 ago 2019

"Lo spirito dei Balcani", una terra piena di ricchezze naturali ancora poco note e conosciute.

#plantravellive #bulgaria #sofia #nature




Partiamo per la Bulgaria dopo aver trovato un volo davvero molto economico con Ryanair. Non conosciamo il Paese ed è la prima volta che lo visitiamo. Abbiamo solo un paio di giorni e dunque li passeremo nella capitale, Sofia.


Periodo di viaggio: marzo

Budget: 90 euro, volo+hotel in centro per 2 notti

Moneta: Lev Il centro è facilmente raggiungibile in taxi. I prezzi sono davvero molto bassi.

SOFIA


Raggiungiamo il centro alle 16 circa. L'hotel è davvero in una posizione strategica. Siamo all'inizio della Vitosha Bulvard, ovvero la via principale che taglia il centro di Sofia, ricca di negozi e ristoranti, e interamente pedonale. La città è in pieno fermento, alloggiamo accanto al parco dove si trova il Palazzo Nazionale della Cultura. L'area è attrezzata con piste per lo skateboard, aree picnic e molto altro. Ci sono giovani, anziani, famiglie con bambini, tutti che si godono questa splendida giornata primaverile. Decidiamo di trascorrere la serata lungo la via principale e di fermarci in un bar con calde coperte all'aperto.

In hotel abbiamo trovato molti opuscoli e dopo averli sfogliati abbiamo capito che il cuore pulsante della Bulgaria sono le sue montagne e le sue foreste. Il turismo naturalistico è quello maggiormente incentivato: piste da sci, pesca, bird watching, escursioni sui balcani, uscite in mare aperto... Un paese ricco di storia, cultura e paesaggi. Definito "unico nella sua diversità", siamo davvero curiosi di saperne di più. Il Paese ha 3 parchi nazionali e 11 naturali. Inoltre è tra i paesi europei con il più alto numero di biodiversità e di sorgenti minerali.


Il nostro è stato un viaggio dell'ultimo minuto e siamo un po' dispiaciuti di non poter scoprire questi volti della Bulgaria.



Una terra da scoprire, ma in questo articolo vi parlerò di Sofia, la più grande città bulgara con circa 1,25 milioni di abitanti.

Giorno 1 Inizia la nostra giornata! Sono le 9 circa, i raggi del sole sono ancora deboli e un'arietta frizzante ci accoglie non appena mettiamo piede fuori dall'hotel. A due passi troviamo un'interessante panetteria. Affamati entriamo. Non è difficile indicare i cibi alla signora dietro il bancone poco incline all'inglese, più complicato è far capire che cosa vogliamo da bere, ma dopo qualche incomprensione siamo pronti ad azzannare la colazione. La nostra prima tappa è la Cattedrale di Santa Domenica, una cattedrale ortodossa davvero molto imponente, ma quello che ci sorprende si trova poco distante. La vera suggestione non sta nella sua grandezza, ma nella semplicità. Sveta Petka, una chiesa ortodossa, un piccolo edificio ad una sola navata che emerge, con i suoi resti, tra gli edifici. Come scopriremo ben presto questa non è un'eccezione. Ci sono infatti numerosi edifici antichi che spuntano tra enormi edifici, sembrano quasi esserci stati portati in un secondo tempo, come la Chiesa di San Giorgio. Questa chiesa è ritenuta la più antica di tutta la capitale, risalente alla fine del III secolo e molto particolare per la sua forma rotonda.


Poco distante si trova l'Anfiteatro Serdica, risalente all'epoca romana. Sapientemente riportato alla luce, è possibile, tramite un percorso coperto, riscoprire i resti di questa civiltà lontana.

La nostra passeggiata alla scoperta di Sofia comprende ancora due tappe prima di un buon pranzo: imperdibile la visita di Banya Bashi, una moschea ottomana che ancora oggi è aperta al culto.


Le cose da vedere a Sofia sono molto vicine tra loro, quindi in una giornata si riesce a girare la città senza grossi problemi, se come noi avete un giorno e mezzo, meglio ancora perché potete prenderla con calma e godervi di più le cose.Come i momenti di relax al parco.

Ultimo stop prima di pranzo è il mercato coperto locale, nonostante siano le 12.30 il mercato pullula di vita. Tutti alla ricerca di frutta e verdura fresca. Ne approfittiamo per qualche assaggio e alla fine affamati decidiamo di sostare in un locale nelle vicinanze per un buon pranzo. Dopo pranzo ci dirigiamo verso Crystal Garden.

Area verde nel cuore della città, ricca di bar all'aperto e tante attività.


Prima di entrare al parco, di fronte alla National Art Gallery, si sta volgendo una divertente gara di auto. Una corsa amatoriale dove i soggetti devono correre (con auto di ogni tipo) su un percorso prestabilito.


Ci fermiamo ad assistere a questa gara e dopo circa 20' ci addentriamo nel parco. Scattiamo qualche foto al bellissimo Teatro dell'Opera e prenotiamo in un teatro poco distante 2 posti per la sera per l'ascolto di un'orchestra.



Dopo un buon drink in uno dei bar del parco rientriamo in hotel per prepararci per la sera.



La cena...

Optiamo per una cena tradizionale. Passando durante il giorno ci siamo fermati a prenotare, altrimenti non avremmo sicuramente trovato posto.

Il locale è Hadjidraganov’s Cellars

a due passi da Vitosha bulvard, questo locale riccamente decorato con oggetti della cultura bulgara, vanta un personale vestito in abiti tradizionali, musicisti e piatti incredibili.

Promosso, assolutamente da provare!!!




Giorno 2


Ci svegliamo per le ore 9 circa, l'aereo di rientro è nel tardo pomeriggio, abbiamo ancora un po' di tempo per visitare le ultime cose.

Arrivati all'imbocco della Vitosha Bulvard, ci troviamo di fronte al nulla. La strada che ieri sera pullulava di vita, ora è deserta.


Assaporiamo la calma.

La mattinata è dedicata al Museo di Storia Regionale, National Art Gallery e infine l'imperdibile e famosissima Cattedrale di Saint Aleksandar Nevski.



La zona è circondata da venditori ambulanti con la merce più svariata. Visitiamo la Cattedrale poco prima dell'arrivo di un'orda di turisti scesi da due pullman.

Prima di pranzo ci rilassiamo in un fantastico bar, con un design unico.



Dopo un buon bicchiere di vino e un buon pranzo è arrivato il momento di salutare Sofia e di tornare a casa. Consapevoli di aver visto solo un piccolo pezzo di questo grandissimo Paese, siamo pronti ad organizzare un'avventura immersi nella natura bulgara, nello spirito dei Balcani.


Grazie per la lettura!!!


Seguiteci su Instagram e non perdetevi i prossimi articoli di PLANTRAVELLIVE

#plantravellive

14 visualizzazioni
About Us

Greta&Gianluca, rispettivamente classe 1994 e 1993. Il Gene del Viaggiatore raggiunge in loro picchi altissimi. Amano andare alla scoperta del mondo e delle sue meraviglie.

 

Read More

 

  • Facebook - Bianco Circle

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com

Iscriviti alla nostra
mailing list