Cerca
  • Plan Travel Live

Il quartiere di Tokyo che fa per te

Tokyo è una metropoli davvero incredibile. I quartieri sono città e ognuno ha le sue peculiarità. Trova il quartiere perfetto per vivere questo viaggio al 100%.


Shibuya, Shinjuku, Akihabara, Asakusa, Ginza sono solo alcuni dei quartieri in cui potete alloggiare durante la vostra permanenza nella capitale nipponica.

Di consigli ne avrei tanti, forse troppi... e a volte anche contrastanti tra loro. Perché si, il Giappone è una contraddizione: tradizione e innovazione, in un mix incredibilmente perfetto.


Non so quanto vi fermerete in città: 3,4,5 giorni... poco importa, Tokyo vi mostrerà qualcosa e qualcosa lo terrà per sé. Vi lascerà con una curiosità unica. Dovrete tornare, per vedere di più, sempre di più.


Pillola di saggezza: dividete la vostra permanenza tra due quartieri.

1. La città è grande, immensa. Alloggiando in una zona potete vedere i quartieri limitrofi senza dover passare ore e ore sui mezzi pubblici, sfruttando al meglio il tempo per visitare.

2. Spaziando tra quartieri diversi potete scoprire nuovi volti della città e godervi al massimo ogni momento della giornata, semplicemente vivendola.

Lasciati sorprendere dal Giappone, la mia isola felice!

Scopri di più



Noi abbiamo deciso di suddividere il nostro soggiorno tra Asakusa e Shinjuku. Ancora una volta come Tokyo, anche noi siamo una contraddizione vivente.

Asakusa è conosciuta come la zona dei templi: Senso-ji in primis. Una zona legata alla tradizione, vicino al quartiere del sumo e ai piccoli giardini tradizionali.

Shikjuku è invece la zona della vita notturna per eccellenza, la città che non dorme mai... e davvero non dorme mai. Ristoranti di udon pieni di clienti alle 5 del mattino, sale giochi e negozi con ogni tipo di oggetti aperti 24h/24, insegne luminose con luci abbaglianti.


Soggiornando ad Asakusa abbiamo avuto la possibilità di arrivare con il mezzo, a mio avviso, più veloce, comodo ed economico: Skyliner Keisei (abbiamo infatti acquistato la combinazione treno+metro). Scesi alla stazione di Ueno abbiamo fatto solo una fermata di metro e siamo usciti a pochi passi dal nostro hotel: Apa Hotel Asakusa Tawaramachi Ekimae.



In quei giorni ci siamo concentrati sulle zone di Odaiba, Akihabara, Tokyo, Tsukiji, Ginza, Shinbashi, Ueno e Asakusa ovviamente.

Durante la seconda parte della nostra permanenza a Tokyo ci siamo concentrati suoi quartieri di Shinjuku, Shibuya, Roppongi, Harajuku con la visita del Tempio di Meji-Jingu e del Parco Yoyogi.


In termini di contraddizioni... devo ammettere che durante il mio primo viaggio a Tokyo ero rimasta indifferente a Shinjuku. Non mi aveva particolarmente colpita. Durante quest'ultimo viaggio invece sono rimasta sorpresa e affascinata. Il quartiere è vivo, trasmette un'energia incredibile. Nonostante i numerosi chilometri percorsi durante il giorno, mi bastava uscire a cena per sentirmi di nuovo in forze e pronta a camminare no stop per le vie luccicanti.


L'aver suddiviso in questo modo la nostra permanenza è stata davvero un'ottima decisione.


Per aiutarvi a scegliere al meglio il quartiere o i quartieri che fanno per voi vi lascio una breve descrizione di ciascuno. Dopo di che... affidatevi al vostro istinto e scegliete!!!



Asakusa: come vi ho già anticipato, questo quartiere è conosciuto come zona dei templi. Molto bello e rilassante passeggiare nelle vie adiacenti al grande complesso del Tempio Senso-ji, dove la sera l'arancione della struttura crea un bellissimo contrasto con il cielo. La zona è molto tranquilla, ma troverete comunque chiassosi negozi come il grande negozio di Don Quijote, dove potrete trovare ogni genere di oggetto: cibi, vestiti, puzzle, pupazzi, creme viso, trucchi.... La zona è anche molto famosa per la tenpura.


Shinjuku: cuore pulsante della metropoli che non dorme mai. In questo quartiere, particolarmente conosciuto per la vita notturna, potete trovare ogni genere di locale: ristorante dei robot combattenti, ristorante-laghetto dove puoi pescare direttamente il pesce che poi mangerai, molti maid café, sale giochi a perdita d'occhio e non dimentichiamoci di Godzilla!


Shibuya: questo quartiere lo conoscerete sicuramente per due punti di interesse: la statua di Hachiko e l'attraversamento pedonale più grande del mondo. Un quartiere vivo, pieno di negozi e paradiso delle adolescenti. Inoltre dalla stazione di Shibuya partono molte linee metropolitane, una zona davvero ben collegata.



Ginza: pensando a questo quartiere nella mia testa spunta automaticamente la parola "lusso". Ginza è infatti la patria dei negozi di marca, stilisti eccentrici che hanno rispecchiato il loro essere non soltanto nei vestiti o nelle vetrine, ma anche nella costruzione degli edifici. Eccentricità, lusso e innovazione.


Roppongi: un'altra zona conosciuta per la vita notturna è proprio questa. Qui potrete trovare ogni tipo di ristorante con le cucine più disparate. Le attrazioni sono davvero molte, ma a mio avviso, Roppongi e Ginza sono i quartieri "meno giapponesi", quindi non li sceglierei come punto di appoggio per andare alla scoperta di Tokyo.


Harajuku: vicino a Shibuya, questo quartiere è la patria dei cosplayer e dei Maid Cafè. Ne troverete uno ad ogni angolo. Ci sono anche numerosi spazi verdi come Yoyogi, Meji-Jingu... Un quartiere davvero sorprendente, che non vi annoierà.





Akihabara: un quartiere eccentrico e stravagante. Patria degli otaku, degli amanti dei videogiochi e dei cosplayer. Dormire qui? lo consiglio agli amanti di anime e manga, ma a quelli davvero sfegatati.



Scopri come raggiungere facilmente il centro di Tokyo dagli aeroporti di Narita e Haneda: vai all'articolo

Grazie per la lettura


Plan Travel Live


86 visualizzazioni
About Us

Greta&Gianluca, rispettivamente classe 1994 e 1993. Il Gene del Viaggiatore raggiunge in loro picchi altissimi. Amano andare alla scoperta del mondo e delle sue meraviglie.

 

Read More

 

  • Facebook - Bianco Circle

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com

Iscriviti alla nostra
mailing list