Cerca
  • Plan Travel Live

Cracovia: una città dai mille volti che vi lascerà senza parole

Aggiornato il: 7 set 2019


Cosa fare a Cracovia, dove mangiare e dove dormire. Tanti consigli per visitare la città e non solo... gite in giornata imperdibili: Auschwitz e le miniere di sale.


Cracovia è davvero una città ricca di vita. Giovani coppie passeggiano tranquille per le vie del centro, i ragazzi parlano sulle panchine e gli anziani dipingono ai bordi della strada. Il costo della vita è basso, il che la rende la meta ideale per viaggi low-cost.



Moneta: ZLOTY

1 euro = 4,28zlt circa


Dove dormire


Noi abbiamo alloggiato all'hotel: Avena by Artery. Su booking ha una valutazione di 9.2. Stanze moderne e pulite, dista circa 10-15' a piedi dal cuore della città e dalla stazione centrale.

3 notti: 87 euro a persona


Come raggiungere il centro dall'aeroporto


L'aeroporto di Cracovia dista circa 12km dalla città. Noi abbiamo optato per il treno, comodo e veloce. In circa 20' siamo arrivati alla stazione centrale.Un'altra soluzione, che però non abbiamo provato è l'autobus. Le linee 208 e 292 portano al centro, con percorsi diversi, in circa 40'. Il costo di un biglietto dell'autobus è di 1 euro, mentre il treno 2.50 euro circa

NB: Quando prendete i pullman di linea e non avete il biglietto, c'è la possibilità di acquistarlo direttamente in loco alla macchinetta che ogni bus ha. Bisogna però fare attenzione perché funzionano solo con le monete, quindi cercate di averne sempre un po' a disposizione.


Dove mangiare


A Cracovia si mangia davvero molto bene, spendendo veramente poco. Noi abbiamo provato vari ristoranti, qui ve li elenco. Siamo rimasti sempre soddisfatti! - Micro birrificio tradizionale: CK Browar. - Ristorante tipico: Camera Cafè Restaurant (Wiślna 5, 31-007 Kraków, Polonia). Cibo ottimo- Per chi avesse voglia di hamburger, insalatone e simili: Sioux - Cucina polacca: Zalewajka 



 Cosa fare 4 giorni a Cracovia... e dintorni


Noi siamo stati a Cracovia per quattro giorni, anche se abbiamo fatto un paio di gite fuori porta: Auschwitz e le Miniere di Sale di Wieliczka.

Vi racconterò più nel dettaglio cosa abbiamo fatto e in base alla nostra esperienza cosa mi sento di consigliarvi!


Giorno 1

Arriviamo con il volo Ryanair all’aeroporto di Cracovia per le 14.15. Ritirati i bagagli ci dirigiamo verso il centro della città. Prendiamo il treno che ferma alla stazione di Krakow Glowny. Dall’aeroporto parte un treno che in 18 minuti, precisi precisi, porta direttamente al centro di Cracovia. Questo è il modo più veloce per raggiungere la città. La stazione del treno si trova a 200 metri dal Terminal 1. Ci sono corse ogni 30 minuti circa. Il primo treno da Cracovia Centro parte alle 4.50 del mattino, l’ultimo alle 22:05. Il primo treno dall’aeroporto alle 5:14 del mattino, l’ultimo alle 22:44. Il biglietto costa 10 Zl (2,55 €). I biglietti possono essere acquistati dal personale del treno e nelle casse automatiche all’aeroporto e alla stazione. Il treno è sicuramente la soluzione migliore. 

Una volta lasciati i bagagli iniziamo subito un piccolo giro per la città.

Scendendo lungo la via Dtuga incontriamo la Libreria “Sotto il Globo”: Ksiegarnia Pod Globusem, molto particolare. Dopo di che ci addentriamo subito nel cuore della città vecchia, passando dal Barbacane e dalle mura difensive (10-18, 6zt). Spostandoci verso est sarà possibile vedere esternamente il Teatro di Cracovia, semplicemente favoloso. Scattiamo qualche foto e ci dirigiamo verso il cuore della città vecchia. Entriamo nella piazza dove vi è la famosa Basilica di Santa Maria e Rynek sotterranea.



La piazza brulica di vita. Turisti, studenti, famiglie e tante, tante carrozze con maestosi cavalli

Decidiamo di visitare Rynek sotterranea (la biglietteria si trova al lato ovest del Fondaco dei Tessuti: Sukiennice 21; prezzo 21zt). Mentre acquistiamo i biglietti per la visita ammiriamo il Fondaco dei Tessuti (ingresso libero) e la Torre del Municipio (salita 7zt, 10-18). Guardando verso sud rispetto al Fondaco dei Tessuti vedremo la chiesa di Sant’Adalberto, una delle chiese più antiche della città vecchia. Ci dirigiamo dunque verso Rynek sotterranea per la visita che durerà circa 1h.





La visita è molto interessante e ricca di dettagli, anche con video e ricostruzioni, della storia di Cracovia. Usciamo che il sole sta iniziando a calare. Gironzoliamo per il centro, assaporandone l'atmosfera. Dopo una buona cena rientriamo stanchi in hotel.

Giorno 2


Settimane fa ho prenotato l'ingresso ad Auschwitz.


Qualche informazione a riguardo:

Collegandosi al sito ufficiale http://auschwitz.org/en/more/italian/ è possibile prenotare data e orario di ingresso al sito. Prenotando in anticipo si ha maggiore possibilità di scelta sugli orari e soprattutto di trovare posti liberi per il giro con la guida parlante italiano. Il giro dura circa 3 ore e comprende anche il sito di Birkenau, che si trova a pochi minuti di distanza da Auschwitz. La distanza tra i due siti può essere coperta a piedi, con una passeggiata di qualche km oppure con una navetta gratuita (ogni 10' circa).


Noi abbiamo prenotato l'ingresso alle 13.45. Abbiamo considerato che il bus ci impiega circa 2 ore, quindi partendo per le 11 dalla stazione centrale di Cracovia avremmo avuto il tempo di mangiare qualcosa ed iniziare la visita in orario.


È possibile raggiungere Auschwitz anche in treno, ma:

1. costa di più

2. tempo di percorrenza quasi uguale

3. ferma a qualche km di distanza, mentre il bus ti lascia davanti all'ingresso



Ma andiamo con ordine.

Ci svegliamo e decidiamo di fare colazione nei pressi del grandissimo centro commerciale vicino alla stazione centrale. Dopo di che ci rechiamo lì, accanto a quella dei treni c'è infatti anche quella degli autobus. Parliamo con l'impiegata alla cassa (dopo una coda di quasi 20') e scopriamo che era possibile effettuare i biglietti direttamente sul pullman, pfff.. che nervi. Ci dice di attendere l'autobus alla piattaforma 6 e di salire su quello con il cartello Oświęcim (nuovo nome di Auschwitz).

Quando arriva "l'autobus" restiamo un attimo perplessi. Non è proprio quello che ci aspettavamo.

Furgoncino bianco, con una ventina di posti. Cercate di essere tra i primi a salire, perché altrimenti vi tocca fare il viaggio in piedi e non è assolutamente piacevole!!!




Arrivati ad Auschwitz seguiamo le indicazioni e attendiamo l'arrivo della guida.

Il giro è sicuramente carico di emozioni, le immagini sono forti e i racconti della guida non sono da meno.




Dopo circa 2 ore ci spostiamo a Birkenau. Mentre Auschwitz è piena di costruzioni in mattoni, la situazione a Birkenau è completamente diversa.


Spazi sterminati e casette di legno. La guida ci racconta che il terreno è paludoso e le persone rinchiuse in questo luogo pativano non solo il caldo umido d'estate e il freddo glaciale d'inverno, ma erano anche continuamente vessate da insetti e topi.





Stanchi aspettiamo (dalla parte opposta della strada) l'arrivo del pulmino.


Conviene fare solo l' andata e fare il ritorno dopo, così non siete vincolati ad aspettare lo stesso pulmino e potete rientrare con il primo che arriva.



Giorno 3


Nei pressi del nostro hotel ferma un autobus che in circa 25' ci conduce a Wieliczka per la visita delle famose miniere di sale. Il tour guidato è di circa 3 ore.

Acquistate i biglietti con qualche settimana di anticipo direttamente sul sito delle miniere. Avete la possibilità di scegliere orario e lingua del tour.

Il giro è intenso. Siamo metri e metri sotto terra, tutto è stato creato con il sale: lampadari, statue, bassorilievi. Incredibile!




Usciti dalla stazione ci dirigiamo verso la Collina del Wawel. Ammiriamo gli esterni del Castello Reale del Wawel e degli edifici situati sulla collina.




Dopo una buona merenda torniamo stanchi in hotel. Questa sera vogliamo mangiare in un locale visto nei giorni precedenti: Camera Cafè Restaurant.Questo ristorante è in una viuzza poco distante dalla piazza principale. È molto particolare perché all'interno vi sono immagini, quadri, poster con scene di film famosi. Inoltre c'è un proiettore pronto a mostrarvi un film diverso ogni volta. Decidiamo di assaggiare varie pietanze:




Zuppa di pollo della casa con noodle (14ztl, cioè 3,27 euro) Goulash e Rösti di patate (20-26 ztl) Insalata dello chef (20ztl). Con meno di 15 euro abbiamo mangiato in 2 a sazietà e bevuto due ottime birre!

GIORNO 4


Siamo ormai giunti all'ultimo giorno in questa bellissima e sorprendente città. Ci ha affascinati fin dall'inizio con il suo centro, pulito, ordinato, pieno di persone, ma mai caotico e con le sue vie piene di negozi di abiti da sposa. 


Ci manca ancora da visitare la parte sud della città. Tramite il ponte Ktadka Bernatka attraversiamo la Vistola e ci dirigiamo nel quartiere di Podgorze. Per le 10.20 circa inizieremo la visita alla Fabbrica di Schindler, che durerà circa 1 ora. è necessario presentarsi per le 10 per ritirare i biglietti.


Il lunedì l'ingresso è gratis, ma bisogna:

1. prenotare l'ingresso molto tempo prima;

2. scegliere un orario di visita;

3. presentarsi in anticipo per ritirare i biglietti, che altrimenti vengono dati a chi arriva senza prenotazione nella speranza di trovare posti vacanti;

4. Armarsi di tanta pazienza.



Noi siamo arrivati ben prima dell'apertura e la fila era già molta. Non si capiva davvero niente: due file diverse, una sola donna alla cassa...il delirio!

Pro e contro ci sono sempre e nonostante l'attesa consiglio assolutamente la visita di questo posto. Interessante, interattivo, istruttivo!



Proseguendo verso la via Limanowskiego incontriamo i resti del muro del ghetto, mentre verso sud un sentiero ci porta fino alla vecchia Chiesa di San Benedetto e al Forte di San Benedetto, con annesso un cimitero dimenticato, che conserva un’atmosfera davvero...suggestiva. Attraversiamo di nuovo la Vistola e ci dirigiamo nel cuore del quartiere Kazimierz, l’ex quartiere ebraico, oggi un centro in continua crescita. Visitiamo il cimitero di Remuh e la sinagoga adiacente. Questa zona è davvero affascinante e ci perdiamo tra vicoletti e polverose librerie. Tra una svolta e l'altra l'atmosfera muta e ci troviamo in una piazza moderna con molti ristoranti.

Decidiamo di entrare in uno di questi e mangiare qualcosa per pranzo. Un'altra ottima scelta! Cibo delizioso, ravioli superbi non c'è che dire.




Il nostro viaggio alla scoperta di Cracovia e dintorni è giunto al termine. Sono stati 4 giorni davvero molto intensi e no stop. Abbiamo visto tante cose e siamo davvero rimasti affascinati da questa città polacca.





Grazie per la lettura!!! speriamo che i nostri consigli vi siano utili!


PLAN TRAVEL LIVE

0 visualizzazioni
About Us

Greta&Gianluca, rispettivamente classe 1994 e 1993. Il Gene del Viaggiatore raggiunge in loro picchi altissimi. Amano andare alla scoperta del mondo e delle sue meraviglie.

 

Read More

 

  • Facebook - Bianco Circle

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com

Iscriviti alla nostra
mailing list