Cerca
  • Plan Travel Live

Berlino "toccata e fuga"

Due giorni per scoprire i fantastici musei della città e i luoghi che hanno fatto la storia.


Visitare Berlino in due giorni non è semplice, sicuramente non si potrà dire di conoscere la città, ma con un buon programma è possibile scoprire i principali punti di interesse.


Berlin Dom


La mappa della città con le principali attrazioni:


Abbiamo alloggiato in un hotel "particolare": Halong Hotel, Leipziger Str.54. Sinceramente non ve lo consiglio. Le camere erano arredate con uno stile un po' vecchio e non proprio pulitissime. L'unica nota positiva era il prezzo. Prenotando circa una settimana prima della partenza erano davvero pochi gli hotel disponibili ad un prezzo accessibile, ci siamo dovuti accontentare.



Giorno 1


Per questa prima giornata alla scoperta di Berlino decidiamo di incamminarci a piedi dall'hotel fino a Babelplatz e a Kronprinzen Palais.

La piazza è un importante luogo storico, situato nel cuore del quartiere Mitte. Nel 1933 i nazisti bruciarono più di 25.000 libri, ritenuti pericolosi, e ad oggi rimane un simbolo in memoria dell'accaduto.


Proseguendo a piedi ci dirigiamo verso Neue Wache. Questo edificio in stile neoclassico ha assunto con il passare dei secoli svariate connotazioni. In generale è sempre stato considerato un mausoleo militare. Ad oggi è riconosciuto come un monumento in memoria alle vittime della guerra e al suo interno si trova una famosa statua: "Pietà" di Kathe Köllwitz, raffigurante una madre col figlio morto.




Tappa imperdibile per chi si reca a Berlino è sicuramente la visita del suo Duomo: Berlin Dom. La costruzione di questo luogo di culto durò per ben due secoli. Al termine, nel 1905, il Duomo venne riconosciuto come il più grande luogo di culto protestante nella città, ed è anche luogo di sepoltura della famiglia reale prussiana.



Finita la visita di questo splendido luogo, ci dirigiamo in uno dei più importanti musei del mondo: Pergamon Museum, situato nel cuore dell'isola dei musei.

Al suo interno ci sono raccolti incredibili reperti classici. Fiore all'occhiello del museo: la Porta di Ishtar e l'altare di Pergamo. Potrete restarvi per ore, girare per i corridoi e ammirare reperti storici mai visti prima. Assolutamente imperdibile.




Porta di Ishtar


Pranziamo nella famosa Alexander Platz, curiosiamo per i negozi e osserviamo dal basso l'imponente Torre della Televisione. La coda per salire è molto alta, quindi decidiamo di rinunciare e di visitare meglio la zona circostante. Camminiamo verso la chiesa di St.Marienkirche e la Fontana di Nettuno. La zona è molto carina e meno caotica rispetto alla Piazza di Alexander.



Siamo ormai a metà pomeriggio e l'ultima attrazione della giornata è: East Side Gallery. Un tratto del muro di Berlino, di circa 1.5km, sopravvissuto alla caduta nel 1989 che è stato decorato con una notevole quantità di dipinti murali. È la più lunga galleria d’arte a cielo aperto al mondo e ospita oltre cento opere. Passeggiare qui è davvero suggestivo, se si pensa al significato profondo che questo simbolo ha avuto durante gli anni della Guerra Fredda.




Giorno 2


Questa seconda giornata a Berlino inizia con un altro luogo molto conosciuto a livello storico ovvero Checkpoint Charlie. Durante la guerra fredda, questo era un posto di blocco che divideva la parte sovietica da quella americana.

Oggi in questa zona ci sono musei interessanti come: Haus Am Checkpoint Charlie e Topographie des terrors. Quest'ultima davvero molto suggestiva.



Nel complesso questa zona non ci è piaciuta molto. Ci sono molti loschi individui che cercano di attirare turisti con giochi da strada, come quello della pallina sotto il bicchiere. Inoltre ci sono delle signore che ronzano attorno alle borse delle turiste e cercando di distrarle per poi allungare le mani nella speranza di arraffare qualcosa.


Prima di pranzo ci rechiamo alla Piazza di Postdamer, famosa per la sua architettura futurista e gli imponenti grattacieli.



Decidiamo di proseguire la nostra visita di Berlino lungo la Unter Den Linden, una delle più importanti vie della città, ricca di bar e ristoranti.

Poco distante si trova il simbolo per eccellenza della città, ovvero la Porta di Brandeburgo.

Questa maestosa porta in stile neoclassico è stata costruita verso la fine del 1700. Costituisce il punto finale del viale Unter den Linden, che sfocia nella Pariser Platz.



La porta è alta 26 metri e larga 65. Le colonne doriche in pietra, che a terra hanno un diametro di 1,75 metri, creano 5 varchi di passaggio (Wikipedia).

Dopo aver scattato le solite foto di rito, passeggiamo per gli immensi viali del Tier Garden. Nelle calde giornate estive è un rifugio ideale.


Salutiamo la città dall'alto del Reichstag. La visita al Parlamento tedesco è gratuita, ma deve essere prenotata con largo anticipo, soprattutto se volete ammirare il sole tramontare sulla città.



La scoperta di Berlino è stata per noi una toccata e fuga. La città è davvero molto grande e le cose da vedere tantissime. Ci siamo concentrati sui MUST, ma nella prossima visita vogliamo conoscere il lato più autentico di questa enigmatica capitale.




Seguiteci su Facebook e Instagram!


A presto



Plan Travel Live

18 visualizzazioni
About Us

Greta&Gianluca, rispettivamente classe 1994 e 1993. Il Gene del Viaggiatore raggiunge in loro picchi altissimi. Amano andare alla scoperta del mondo e delle sue meraviglie.

 

Read More

 

  • Facebook - Bianco Circle

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com

Iscriviti alla nostra
mailing list