Cerca
  • Plan Travel Live

Andalucia on the road: sulle tracce dei sultani, dei pueblos blancos e del buon cibo. Tappa 2

#plantravellive #andalucia #granada #summer #ontheroad


Il nostro viaggio continua e da Valencia noleggiamo una macchina per raggiungere Granada e tutte le successive tappe del nostro viaggio on the road!


Se ancora non lo avete fatto correte a leggere il nostro post precedente su Valencia, la prima tappa del nostro viaggio on the road!!!

Ed eccoci alla seconda tappa del nostro viaggio: Granada


Giorno 3:

Dopo aver confrontato il prezzo e il servizio offerto da varie agenzie di noleggio auto decidiamo di affidarci a Centauro e il terzo giorno di viaggio salutiamo Valencia per visitare la prima città dell’Andalucia: Granada.


Dopo 5 ore di viaggio attraverso paesaggi unici: uliveti sterminati, aree rocciose, campi coltivati, zone brulle e strade deserte, arriviamo a Granada, città situata ai piedi della Sierra Nevada. L’hotel si trova a pochi passi dall’Alhambra e il centro storico dista 10’ a piedi. Decidiamo di costeggiare gli imponenti muri dell’Alhambra e di dirigerci verso il centro storico, entrandovi attraverso l’imponente Puerta de Los Granados. Il caldo si fa sentire, nonostante sia ormai tardo pomeriggio, e riparandoci tra le strette stradine raggiungiamo la Cattedrale, che denota imponenza e maestosità. Gli artisti di strada sono numerosi e in particolare uno di loro allieta la nostra passeggiata a suon di chitarra, suscitando in noi un turbino di emozioni.



La cena purtroppo non si dimostra all’altezza di quello che ci circonda e dopo una camminata tra strette viuzze e bancarelle rientriamo in hotel.


Giorno 4:

GOOOOOOOOD MORNING!!!!

La sveglia suona presto, ma la stanchezza non ci ferma. Siamo impazienti di visitare l’Alhambra. È stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità e questa fortezza ha il potere di riportarti in un’epoca passata, fatta di sultani, passaggi segreti, guerrieri, fontane zampillanti e giardini paradisiaci. Abbiamo prenotato l’ingresso mesi fa, poiché il numero di biglietti giornalieri è limitato. La mattina presto si può godere di un’arietta fresca e di un numero di visitatori ridotto, il che permette di godere al meglio della visita all’Alhambra. ATTENZIONEEEEEE: Non sottovalutate il caldo che può colpire Granada nei mesi estivi. Infatti, pur essendo ai piedi della Sierra Nevada, in questa città le temperature possono facilmente superare i 40° Info e biglietti: https://www.alhambradegranada.org/it/

L'Alhambra


All’ingresso decidiamo di svoltare a sinistra, verso l’Alcazaba, che aveva una funzione difensiva. Ciò lo si denota facilmente dalle molte torri che forniscono ancora oggi un ottimo punto di osservazione.

Bisogna prestare attenzione all’orario indicato per la visita dei Palazzi Nazaries. Nell’attesa visitiamo il palazzo di Carlo V, con uno stile unico.

L’esterno è infatti a pianta quadrata, mentre internamente è a pianta rotonda e ricorda le antiche arene romane.


Inizia la nostra visita ai palazzi e le parole che risuonano nell’aria sono poche. Si vedono facce stupite, occhi spalancati, sguardi persi in stanze che offrono meraviglie senza precedenti. Gli anni, i secoli sembrano non essere passati. Se non fosse per lo sciame di turisti che percorre i corridoi, ci si potrebbe aspettare l’ingresso del sultano con al suo seguito servi e damigelle.



Usciti dai Palazzi Nazaries siamo convinti che nulla portà più stupirci e ci dirigiamo verso la zona dei giardini chiamati Generalife. Le siepi alte, i corridoi stretti che consentono rapidi cambi paesaggistici: imponenti roseti, piccole e zampillanti fontane, zone panoramiche, fino ad entrare in una piccola dimora che riserva un fascino unico e misterioso. All’interno ritroviamo il Patio della Sultana, modificato nel corso del Rinascimento, ma le canalizzazioni usate per far funzionare le regali fontane sono ancora quelle dell’epoca dei sultani arabi. Verso la fine il caldo inizia a farsi sentire, ci dirigiamo stanchi verso l’uscita.



Per un tour virtuale dell'Alhambra: https://www.alhambradegranada.org/en/info/placesandspots.asp

Abbiamo ancora poche ore per visitare Granada e decidiamo quindi di acquistare un biglietto del Granada City Tour, un piccolo pullman che fa il giro di tutta la città. Le strade strette, le buche, le salite ripide ci mostrano un nuovo volto di Granada ed in un’ora riusciamo a vedere molto. Facciamo una sosta per rifocillarci e bere, bere molta acqua. La temperatura esterna è di 37 gradi e l’umidità è molto alta. Ringraziamo ancora una volta di aver preso la visita dell’Alhambra alle 9. Ci dirigiamo accaldati verso la macchina. In serata raggiungeremo la nostra prossima tappa: Torremolinos


Ingressi e Granada City Tour: 22 euroDurante la nostra permanenza a Granada abbiamo alloggiato all'hotel Guadalupe, a 5' a piedi dall'Alhambra. Posizione strategica e fantastica vista sulla città.

Seguite Plan Travel Live sulla nostra pagina Instagram e lasciateci un like!

A presto per la terza tappa del nostro viaggio on the road in Andalucia!!!
0 visualizzazioni
About Us

Greta&Gianluca, rispettivamente classe 1994 e 1993. Il Gene del Viaggiatore raggiunge in loro picchi altissimi. Amano andare alla scoperta del mondo e delle sue meraviglie.

 

Read More

 

  • Facebook - Bianco Circle

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com

Iscriviti alla nostra
mailing list