Cerca
  • Plan Travel Live

A due passi da Tokyo: Enoshima e Kamakura

Ad un'ora di treno dalla metropoli di Tokyo è possibile immergersi in luoghi antichi e misteriosi, dove la natura è protagonista indiscussa.


Enoshima e Kamakura distano tra loro circa 15' di treno. Le due zone sono davvero uniche: Enoshima è una piccola città, famosa per la sua isola ben collegata alla terraferma da un ponte. L'isola è ricca di vegetazione e di fauna, ma non mancano i templi arroccati lungo sentieri impervi. Kamakura è invece una città famosa per i suoi numerosi ed imponenti templi. Proprio qui si trova il famoso Grande Buddha, una statua alta circa 13 metri e del peso di 93 tonnellate. Semplicemente maestosa.





Enoshima: a spasso per un'isola immersa nel verde in compagnia di falchi e nibbi



Enoshima ci ha davvero stupiti. Inizialmente non rientrava nemmeno tra le tappe del nostro viaggio poi, vedendola inclusa nel Pass dei trasporti che abbiamo acquistato, abbiamo deciso di inserirla.


L'isola è davvero molto bella. Scalinate, ponti e templi sono immersi in un verde rigoglioso e lussureggiante. Appena arrivati notiamo enormi rapaci sorvolare la scogliera e l'interno dell'isola. Rimaniamo affascinati nell'osservare il loro volo e le loro picchiate per catturare piccoli roditori.


Uno dei maestosi rapaci dell'isola

La storia e le leggende che circondano l'isola sono degne di un grande romanzo:

"Un drago a cinque teste, chiamato Gozuryu, flagellava l'isola e l'area circostante con tempeste e terremoti. Un giorno discese dal cielo una divinità, Benzaiten. Il malvagio Gozuryu se ne innamorò, ma la Dea lo respinse. Ella infatti non poteva accettare un essere tanto crudele. Gozuryu promise di diventare buono e lo fece aiutando e proteggendo gli abitanti di quel villaggio. Benzaiten decise infine di sposare Gozuryu e la zona di Enoshima prosperò come non mai, protetta da due grandi divinità".


Per conoscere altre storie e leggende giapponesi, ecco un link

Gozuryu Enoshima


Il modo migliore di scoprire l'isola è girovagare per i suoi sentieri, perdersi e ritrovarsi.

I principali punti di interesse sono indicati in questa mappa che ho creato prima della partenza, grazie all'aiuto di Google Mymaps



Una delle principali attrazioni è sicuramente Enoshima Sea Candle, una terrazza panoramica che permette di godere di una vista splendida sulla baia. L'orario più ambito è sicuramente quello del tramonto.


A livello naturalistico quest'isola ha tantissimo da offrire, piccola eppure... con un ecosistema davvero completo.



Verso la punta sud-ovest si trovano le famose Grotte del Drago, Iwaya Cave, dove è possibile entrare alla scoperta di cunicoli e angoli nascosti. In passato erano custodite statue e altri oggetti religiosi, ma a causa delle frequenti inondazioni i monaci hanno deciso di costruire all'interno dell'isola un santuario, portandoli così al rifugio dall'acqua.


Lanterne nella Grotta del Drago

Ripensandoci, è davvero incredibile come questo luogo si trovi a due passi da Tokyo, più precisamente ad un'ora (o poco più) di treno.


Siamo stati ad Enoshima i primi giorni del 2020. Per i giapponesi, i giorni successivi al capodanno hanno un valore molto importanti. Essi si recano infatti ai templi e fanno varie donazioni. Per questo motivo abbiamo trovato davvero tantissime persone, ma nonostante ciò l'esperienza è stata stupenda.


Super consigliato? Mangiate pesce, non ve ne pentirete.


Delizioso pranzo ad Enoshima

Dopo pranzo ci rilassiamo lungo la scogliera rocciosa. Nonostante siamo in pieno inverno il sole splende. Enoshima non poteva regalarci giornata migliore.



Salutiamo questo angolo di paradiso e ci dirigiamo verso la stazione. Prossima tappa: Kamakura.


Raggiungere Kamakura è anche questa un'esperienza. Un piccolo treno locale si muove sinuoso tra le case, piccoli omini dirigono il traffico fermando sapientemente macchine e pedoni. Le rotaie infatti si trovano proprio lungo la strada asfaltata, quindi macchine e treni si spostano a turni, in un valzer sinuoso.



Anche per questa città ho preparato una mappa con indicati i punti di interesse:


I templi da vedere sono molti, ci vorrebbe una giornata solo per Kamakura. Noi in questo caso dobbiamo fare una scelta e alla fine optiamo per i due principali:


1. Kotoku-In: il tempio dove si trova il Grande Buddha

Il complesso buddhista che la ospita è ormai conosciuto proprio per questa enorme statua. Costruita nella metà del 1200, un tempo era custodita all'interno del tempio, ma in seguito ad un forte tsunami, che distrusse l'edificio in legno, la statua è stata posta all'esterno.


2. Hase-Dera: con magnifici giardini e una vista stupenda sulla baia

Questo tempio è uno dei più grandi della città. Fa parte di un circuito di pellegrinaggio dedicato alla dea Benzaiten. I giardini sono ben curati e un'affascinante grotta porta in cunicoli nascosti.



Il costo del biglietto di ingresso è di 300yen per il primo e 400yen per il secondo.

Gli orari di ingresso variano a seconda delle stagioni.


Passeggiando per la città ci si imbatte in molti negozi di antiquariato e di artigianato. Non mancano nemmeno quelli di abbigliamento, dove è possibile acquistare Yukata e Geta.



Come raggiungere queste due città da Tokyo?

Ci sono molte alternative, tra Tokyo e Kamakura non mancano sicuramente i collegamenti. Nel caso in cui vogliate fare una gita in giornata (assolutamente fattibile) potete recarvi, ad esempio, presso la stazione di Shinjuku e acquistare un biglietto di andata e ritorno per Kamakura. Ci sono due compagnie che operano lungo questa tratta. Nel caso in cui abbiate il JR Pass, vi consiglio ovviamente di usufruirne e prendere la Japan Railway, più rapida. Se invece non avete il JR Pass, vi sconsiglio di prendere questa compagnia in quanto è anche più costosa. L'alternativa, assolutamente ottima, è quella della Odakyu Line.


Jr Pass, dalle stazioni di partenza Shinjuku, Shibuya, Ikebukuro e Ebisu è possibile usare la linea JR Shonan Shinjuku Line.

Scopri il quartiere di Tokyo che fa per te: vai all'articolo


Noi abbiamo provato entrambe le soluzioni. In uno dei nostri viaggi in Giappone abbiamo usufruito del JR già attivo. Mentre nel nostro ultimo viaggio, non avendo il JR Pass, abbiamo acquistato un biglietto di 72h davvero conveniente, offerto dalla Odakyu Line.


La Odakyu Line offre numerosi pass, che includono differenti destinazioni, di durata variabile. Ad esempio:


- Enoshima-Kamakura Free pass:

   24h: 1520yen

Questo pass di 24h include andata e ritorno da Tokyo a Fujisawa, numero illimitato di corse su Enoden Line e Odakyu Line nell'area di Fujisawa, Katase e Enoshima. Sono inoltri inclusi sconti per varie attrazioni.



- Hakone-Kamakura Free pass:

   72h: 7000yen.

Con questo pass sono inclusi trasporti illimitati per tre giorni nell'area di interesse, più nel dettaglio: trasporti illimitati su Odakyu Line, l'uso dei mezzi pubblici nell'area di Hakone e Gora (bus, treni, funicolare, traghetto...), corse illimitate sui mezzi pubblici di Enoshima e Kamakura.


Vi consiglio di usare questo pass nel caso vogliate passare tre giorni tra Hakone e Kamakura. Le cose da vedere sono molte e avere inclusi tutti questi mezzi di trasporto è davvero ottimo.





Nel prossimo articolo vi parlerò di Hakone e delle sue aree termali. La zona è davvero stupenda e ricca di attività.



Se siete a Tokyo vi consigliamo sicuramente una gita di un giorno ad Enoshima e Kamakura. Sono zone davvero stupende, che vi trasporteranno in un altro mondo.



Non perderti i nostri articoli, iscriviti alla newsletter e seguici su Facebook e Instagram



Per conoscere Tokyo e il Giappone non perderti questo articolo!


A presto con


Plan Travel Live



94 visualizzazioni
About Us

Greta&Gianluca, rispettivamente classe 1994 e 1993. Il Gene del Viaggiatore raggiunge in loro picchi altissimi. Amano andare alla scoperta del mondo e delle sue meraviglie.

 

Read More

 

  • Facebook - Bianco Circle

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com

Iscriviti alla nostra
mailing list